Stress Geopatici

Si definisce geopatia l’insieme degli influssi in grado di favorire malattie nell’uomo, questi possono provenire da campi di forza quali: falde, corsi d’acqua, giacimenti: oppure da campi elettromagnetici terrestri quali: la rete di Hartmann e Curry.
La geobiologia è la scienza che studia gli effetti delle radiazioni E.M. sul sistema biologico, sia esso umano, animale o delle piante. Nota già da circa 30 anni, ha portato a conoscenza molti dati ad utilizzo pratico e clinico.
- Tutti gli esseri viventi, dall’uomo ai minerali, emanano radiazioni.
- Queste radiazioni sono di natura E.M.
- Oggi a queste radiazioni naturali si aggiungono quelle artificiali create dall’uomo che hanno un influenza negativa sui    Sistemi biologici.
- La terra è l’armatura negativa di un enorme condensatore il cui polo positivo è il cosmo stesso. L’armatura terrestre si scarica continuamente e si ricarica con i temporali (2000 al secondo).
- l’amperaggio totale terrestre è debole, di circa 1800 radiazioni ampere.
Abbiamo già esaminato precedentemente le radiazioni E.M. terrestri chiamate Onde di Schuman, le quali, essendo radiazioni naturali della terra, sono di notevole importanza per il corpo umano.
Ma , insieme a queste radiazioni biologiche abbiamo una serie di radiazioni negative che sono create da:
- Correnti d’acqua sotteranee che con il loro movimento creano forti attriti e quindi elettricità che si risente in superficie come campo E.M.
- Faglie geologiche le quali a causa della loro disomogeneità creano dei fenomeni di radiazioni concentrata  ed emissioni di raggi “Gamma” e “Neuroni”.
- Giacimenti sotteranei d’ogni tipo: carbone, petrolio, gas minerali ecc, i quali modificano il campo radioattivo della terra. Sappiamo oggi che piccole quantità di radioattività sono anche favorevoli per i sistemi biologici, ma in questi casi la quantità è talmente elevata che puo portare a disturbi anche notevoli.
- Campi magnetici reticolari che si distinguono in:
A - Reticolo di Hartmann, il quale consiste in fasce soprattutto di natura magnetica di diametro di circa 20 cm. Che vanno attorno alla terra da Nord-Sud con intervalli di circa 2 metri uno dall’altro e in senso Est-Ovest con intervalli, invece, di circa 2,5 metri uno dall’altro: In effetti, queste fasce hanno delle oscillazioni che variano soprattutto nelle fasi di luna piena. Si consiglia, infatti, di eseguire i cambiamenti idonei nella propria casa nella fase di luna piena. Il raggio d’azione di questo reticolo arriva fino alla stratosfera. I punti d’incrocio che sono chiamati nodi, sono particolarmente dannosi per i sistemi biologici. I nodi possono avere una polarità positiva o Bang e una negativa o yin, per cui possonocreare dei disturbi all’uomo con patologie di tipo yin e bang.
B - Reticolo di Curry, formato da fasce di natura elettrica di circa 75 cm. D’ampiezza, che si trovano ad una distanza una dall’altra di circa 3,5 metri in direzione Nord-Est-Sud_Ovest e Sud-Est-Nord-Ovest. I nodi di questo reticolo sono particolarmente dannosi per i sistemi biologici, particolarmente se dei corsi d’acqua vi passano sotto.
Tutti questi fattori sono divenuti, soprattutto nel corso degli ultimi decenni a causa dell’industralizzazione e urbanizzazione incontrollata, causa di patologie anche gravi, fino alla produzione di cellule cancerose.
Già intorno al 1930 il Barone Van Pohl aveva portato una serie di statistiche che confermavano la diretta conessione tra stress geopatici e tumori.
Egli a Vilsbirburg, una città della Baviera, aveva controllato la posizione dei letti di 54 persone morte di cancro in un anno. Dopo aver segnato una mappa dei luoghi geopatici della città, confermò che tutti i 54 soggetti abitavano in zone ad alto rischio geopatico. Molte altre di queste ricerche hanno confermato il rapporto diretto tra luoghi geopatici e malattie di tipo psichiatrico oltre ai tumori.
Per quanto riguarda l’effetto sugli uomini bisogna ricordare alcuni fattori:
- Non tutte le zone perturbate sono patogene, dipende dall’intensità e dal tipo di radiazioni emanate.
- Le risposte a queste radiazioni E.M. variano da soggetto a soggetto, avendo in principio meno effetto su individui sani, poiché essi riescono a compensare lo squilibrio ed effetti molto gravi su soggetti già debilitati.
- In ogni caso dato il modo di vivere contemporaneo, soprattutto a livello urbano, si sono sviluppati negli ultimi decenni degli squilibri di tipo immunitario che abbassano i poteri riequilibranti.
-Dipende anche dal tempo di esposizione, più a lungo si è sottoposti, più alto è il rischio di danni biologici.
In genere i disturbi accusati all’inizio sono di tipo aspecifico e funzionale quali: cefalee, stanchezza, insonnia, astenia, depressine, vertigini, ecc.
Dopo alcuni anni possono insorgere patologie specifiche quali: disturbi cardiocircolatori, malattie degenerative, cancro etc.
È interessante notare il comportamento degli animali rispetto agli stress geopatici. Sappiamo, infatti , che il gatto predilige in modo particolare riposarsi su nodi o zone geopatiche così come le formiche seguono linee E:M: ben precise. Il cane invece non ama stare su zone geopatiche.
È importante ricordare che le nostre abitazioni, dal punto di vista edilizio, a causa delle armature in ferro e del cemento provocano uno schermo (tipo gabbia di Faraday) alle radiazioni naturali di tipo cosmo-telluriche; per cui la carenza di queste onde provoca di per sé nell’organismo uno squilibrio. Inoltre, all’interno delle case abbiamo dei fenomeni cumulativi quali:
A - Sbilancio degli ioni positivi e negativi: il rapporto naturale è di 60 a 40 e ciò viene sbilanciato dall’inquinamento atmosferico in favore dei positivi portando seri disturbi a livello immunitario.
B - Presenza di scariche elettrostatiche sull’arredamento e l’abbigliamento. Il livello per queste scariche è di 200V/m, mentre in alcunui abbigliamenti sintetici si raggiungono a volte valori di 100,000v/m.
C - I materiali di costruzione impediscono la scarica di campi elettrostatici.
D - Ionizzazione monopolare dell’aria con creazione di sacche di ioni unipolari nell’ambiente.
E - Campi magnetici terrestri che sono dell’ordine di 0,4 Oerstedt.
F - Essendo l’organismo costituito per quasi il 50% di composti paramagnetici, avremo una grande influenza di questi fenomeni sulle informazioni organiche e le regolazioni neurovegetative. Le distorsioni magnetiche sono create da masse ferrose quali: travi, conduttori metallici, reti metalliche dei materassi, a causa anche delle spirali che amplificano i campi magnetici e in genere ogni tipo di arredamento metallico. Per quanto riguarda il letto dovrebbe essere di materiale tipo: cocco, lana o cotone e senza infrastrutture metalliche e con la base in legno. La direzione migliore sarà quella Nord.Sud con la testa rivolta a Nord, poiché il polo positivo- testa si trova verso il polo negativo della terra a Nord, favorendo quindi i processi di scarico elettrico.
G - Campi elettrici creati da tutte le sorgenti di correnti elettriche presenti in una casa.
Vediamo quindi a quali e a quante onde il nostro corpo è soggetto, e le influenze che possono avere sul sistema biologico.
Purtroppo negli ultimi anni, dal dopo guerra in poi, il tenore di vita è divenuto totalmente “eccitato”ed è molto difficile potersi sottrarre a tutti questi stimoli che ci circondano continuamente. 

Riferimenti Bibliografici:
Biorisonanza - la medicina del futuro- Dr.Azima dr.V.Rosciano Ed. Cerchio della Luna pag.109/110/111/112/113

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

Informazioni aggiuntive