Terzo Chakra

  • Stampa

Terzo chakra: il centro dell'autostima e del potere personale

“La capacità di volere e discriminare viene tradizionalmente associata con il terzo chakra, l'elemento di questo chakra è il fuoco. L'elemento fuoco scalda, brucia e trasforma. Può anche essere concentrato potentemente in un unico punto, come un raggio laser. E' questo fuoco interiore che deve essere attivato perchè si possa scegliere da una posizione di potere, di impegno e di completezza.”  Tratto da "Crea il lavoro che ami "di Rick Jarow (Ed. Compagnia degli Arald)

"L'energia del terzo chakra diventa la vibrazione dominante nel periodo della pubertà. Contribuisce al processo di individuazione e formazione di un io, o ego, e di una personalità autonoma rispetto all'identità che abbiamo ereditato. Questo centro di energia è anche la sede di molti problemi legati allo sviluppo del potere personale e dell'autostima." Tratto da "Anatomia dello Spirito" di Caroline Myss

Il terzo chakra, in lingua sanscrita viene chiamato “Manipura”, che significa città dei gioielli. Esso è localizzato a livello del plesso solare, ed è associato a fegato, pancreas, stomaco, milza, parte alta dell’intestino e a tutte le funzioni metaboliche e vegetative. Dal punto di vista psico-energetico, la sua funzione più importante è relativa all’affermazione personale e all’esercizio del potere individuale. Le patologie principali espresse dal terzo chakra, riguardano tutte le malattie metaboliche, quali il diabete, le iperlipidemie, le insufficienze epatiche, la cirrosi, le ulcere gastriche e duodenali, i tassi glicemici ecc., nonché tutte le patologie riguardanti i processi di nutrizione, digestione ed assimilazione. Dal punto di vista psico-energetico, è a livello di questo chakra che si generano le forze emotive dirette verso l’ambiente esterno: i sentimenti d’amicizia, rancore, simpatia, antipatia, ecc. Esso è il fondamento della personalità sociale. Il funzionamento disarmonico di questo chakra, genererà il desiderio sfrenato di potere e la volontà di manipolazione per poter stravolgere la realtà, sempre e in ogni modo a proprio favore. Tendenzialmente si potrà notare un atteggiamento iperattivo, il quale viene messo in atto per nascondere il proprio senso di inadeguatezza e vuoto, causato dall’incapacità di gestire le situazioni in modo equilibrato. La serenità interiore sarà fortemente compromessa e ovviamente, sarà prioritaria la soddisfazione del benessere materiale, sia pure a discapito di qualunque sentimento piacevole, giungendo addirittura a ritenere questi sentimenti come indesiderabili e fastidiosi. Il soggetto che soffre d’uno scompenso del terzo chakra, è portato a perdere il controllo delle proprie emozioni e a sviluppare un atteggiamento fortemente aggressivo, necessario per non permettere agli altri di mettere a nudo la propria pochezza interiore, fatto questo che smaschererebbe i giochi di potere di cui questo soggetto vive. Un esempio di questo soggetto sconfitto, può essere data dall’immagine di quelle persone che trascorrono il proprio tempo in attività annichilenti e distruttive, quali il bere, fare uso di droghe più o meno riconosciute come tali e che in genere hanno in famiglia, un atteggiamento fortemente aggressivo e prevaricatore. Questo soggetto avrà come obiettivo principale, l’essere accettato e benvoluto dagli altri e per raggingere questo scopo, cercherà di conformarsi al modo di pensare delle persone cui desidera piacere, soffocando e negando i propri desideri ed emozioni. Tuttavia, a causa di questo atteggiamento frustante, aumenteranno le prepotenze e le angherie verso i membri della propria famiglia. Gli alimenti che possono essere utili per riequilibrare il terzo chakra sono gli amidi, le farine integrali e gli zuccheri semplici.

Nome Sanscrito

Manipura. Mani significa gioielli, gemme e pura vuol dire luogo, quindi Manipura significa il luogo delle gemme luminose. E' la sede della ricchezza e dell'abbondanza. Nel corpo si localizza intorno all'ombelico e al plesso solare e riguarda le seguenti parti: fegato, milza, stomaco, intestino tenue. E' il chakra della trasformazione, infatti quando funziona regolarmente riusciamo a trasformare senza problemi il cibo in energia, i pensieri in azioni, le emozioni in piacere e il lavoro in guadagno e risultato. Ostruzioni del flusso energetico ascensionale alterano il naturale processo trasformatore di questo chakra. Le parole chiave sono: autostima, concretezza, logica, lavoro produttivo, management, salute, individualità.”

Elemento

Fuoco. Nell'addome il fuoco dell'energia vitale trasforma il cibo in energia. In molte tradizioni spirituali è presente il culto del fuoco sacro, simbolicamente il principio energetico che mantiene tutti gli esseri in vita. La natura del fuoco è quella di espandersi e quindi consumarsi e consumare, ma se l'energia fuoco di Manipura non è alimentata dal vento del quarto chakra e ricade in basso, si spegnerà a contatto con l'acqua delle emozioni. Se il fuoco, che simbolizza il nostro potere personale, è usato intelligentemente si possono ottenere ottimi risultati positivi.

Funzioni

In questo chakra brilla il sole del potere personale. Una delle funzioni di Manipura è il mantenimento del fuoco che produce il calore umano. Quando questo fuoco è vivo e forte sono garantite queste qualità: autostima, allegria, autonomia, autodisciplina. Coraggio nell'affrontare i rischi. Forza di volontà. Desiderio di trasformazione e miglioramento.

Disfunzioni

Le malattie che qui hanno origine sono attivate da problemi legati al senso di responsabilità verso noi stessi, dall'autostima, alla paura di essere rifiutati e all'ipersensibilità alle critiche. La rabbia con tutti i suoi risvolti psicosomatici, rappresenta il lato oscuro di Manipura. Tra le malattie relative, ricorrono: ulcere, diabete, disturbi digestivi, anoressia, bulimia. La vergogna e le inibizioni sono il risultato di un chakra la cui fiamma è ferma, debole ed incapace di espandersi.

Amore

Il terzo chakra è associato con la vitalità, l'energia e il potere. Lo scopo principale della vita a questo livello e controllare, ottenere, vincere. Lo psicologo Adler ha creato un intero sistema psicologico su queste premesse. Da questo livello le persone possono collegarsi agli altri e solitamente usano la sessualità per controllare il partner, per ottenere ciò che vogliono.
La sessualità di questo chakra è solare, intensa, passionale e molto naturale. Chi vive bene l'energia di questo chakra ama fare bene l'amore e godere con gusto i piaceri naturali connessi all'attività sessuale. Chi ha eccessi o carenze in questo chakra tende, senza troppe remore, a comprare e vendere il piacere sessuale, trasformando l'amore , che ha perso la sua carica spirituale e emozionale, in merce oggetto equivalente a tutti gli altri oggetti materiali che danno piacere e la cui acquisizione gravita nella sfera d'azione di questo chakra. Si consiglia di attivare bene l'energia gialla di Manipura, associata con il pancreas, localizzato a livello del plesso solare; il pancreas controlla l'assimilazione degli zuccheri (che simbolicamente rappresentano il piacere) attraverso la secrezione dell'insulina, la cui insufficienza porta al diabete.

Lavoro

Questo vortice trasformatore è la base di ogni lavoro e di ogni attività il cui obiettivo è produrre un risultato concreto ed evidente. Manipura è il chakra leader del mondo materiale, chi lo sviluppa bene riesce a controllare e guidare bene sia se stesso che gli altri. La storia è piena di funesti esempi di capi, stressati da blocchi al terzo chakra, che scaricavano la loro frustrazione e la loro collera nell'abuso di un potere spesso conquistato con violenze e inganni. Una società animata da persone che hanno questo centro energetico ben equilibrato non sarà mai tormentata da regimi totalitari o da governi subdoli e manipolatori.

Età

Da dieci a tredici anni, l'età dello sviluppo sessuale, quando la personalità dei bambini comincia a delinearsi in quella più precisa e concreta che, con la crescita, farà l'uomo o la donna. Diminuiscono astrazione e fantasia, che prima scorrevano a ruota libera, e cresce gradualmente la voglia di potere personale e di intimità. L'essere umano comincia a prendere più sul serio se stesso, terminano certe superficialità e frivolezze infantili e tutto diventa più reale e tangibile.

Colore:

Giallo

Senso:

Vista

Suono:

Il mantra è RAM. La nota musicale è il MI. La frequenza vibratoria è 183,58 hertz.

Segni zodiaco:

Leone, Sagittario , Vergine.

Metallo:

Rame

Pietre:

Occhio di tigre, topazio giallo, quarzo citrino.

Aromi:

Lavanda, rosmarino, bergamotto, rosa.

Lato oscuro:

Vergogna e Inibizione. Ogni persona ha una certa quantità di energia che scorre naturalmente in tutti i chakra, ma nella nostra cultura, che ha paura della vita, generalmente tendiamo ad essere poco equilibrati e trattenere quasi tutta la nostra potenza nei tre chakra inferiori, tenendoli inconsciamente separati da i quattro chakra superiori. Perciò se riusciamo a capire meglio di che cosa si tratta e come lavorarci, i chakra possono rappresentare una chiave estremamente importante per la nostra trasformazione spirituale. Con un po' di allenamento, persino alcuni degli stati emotivi più pesanti possono essere completamente trasformati, per farlo conviene liberarsi da vergogna e inibizioni. Non ci sono parti del nostro corpo meraviglioso di cui dobbiamo vergognarci.
La vergogna e le inibizioni producono un'autostima bassa e sono il risultato di un chakra la cui fiamma è ferma, debole ed incapace di espandersi. Questo succede a chi ha la forte convinzione di non essere all'altezza della situazione. Questa emozione distruttiva porta a rifiutare se stessi e le sensazione della vita, si diventa facilmente giudici e carnefici di se stessi.
Gli psicologi stanno comprendendo che vasti settori delle reazioni umane, riguardanti molti aspetti della vita quotidiana, sono connessi alla vergogna e alle emozioni violente.

Bibliografia:

1) Giorgio Cerquetti, settembre 2006, “Il potere dell'energia vitale. Chakra e Kundalini.”,
L.S. Gruppo Editoriale, Citta di Castello (PG);
2) Giorgio Cerquetti, 2000, “I Chakra. La conoscenza dei chakra, i vortici energetici che collegano corpo, mente e coscienza, e della Kundalini, l'energia che mantiene in vita gli esseri umani”, Gruppo Editoriale Futura Spa.
3) Sito web: fisicaquantistica.it