Dieta: la chiave vincente

Dieta, la chiave vincente

  • Stampa

Per una dieta di successo

Per una dieta vincente e che porti al risultato del benessere sia energetico, sia alla perdita dei chili in eccesso, se questa serve per dimagrire o al contrario per nutrire, ci sono dei principi base che devono essere preventivamente compresi.

  • Metabolismo (qual è il tuo?): normale, veloce, lento;
  • Intolleranze alimentari: a che cosa sei intollerante?;
  • Idratazione: sei idratato a sufficienza?;
  • Depurazione: importante valutare lo stato di intossicazione del corpo prima di una dieta;
  • Esercizio fisico: importantissimo, camminare, ballare, tutto quello che è piacevole;
  • Gruppo sanguineo: sei un cacciatore? gruppo 0?;
  • Benessere psicologico: ansia, conflitti, traumi, tolgono l'energia per ottenere il risultato?.

Che cos'è il metabolismo?

Il metabolismo è l'insieme dei processi chimici-fisici che trasformano il cibo in energia, necessaria per il funzionamento dell'organismo. Può essere considerato l'artefice del peso corporeo: se accelera si dimagrisce, se rallenta si ingrassa. E' la ghiandola tiroide (situata nella parte inferiore del collo) a produrre gli ormoni che regolano l'intensità del metabolismo, cioè il modo e la velocità con cui l'organismo utilizza le sostanze assunte per produrre energia. Per questo di fronte a ingiustificati e significativi cambiamenti di peso bisognerebbe fare un esame del sangue che si chiama dosaggio degli ormoni tiroidei.

Normale, veloce, lento

Il metabolismo può essere suddiviso in tre categorie: normale o neutro, veloce, lento. Nel primo caso la persona non soffre di particolari disturbi, i suoi processi biochimici sono equilibrati, è normopeso; nel secondo caso, invece, le reazioni energetiche si svolgono troppo rapidamente: zuccheri e grassi vengono bruciati molto in fretta. E' il caso delle persone eccessivamente magre e scattanti, spesso irrequiete e nervose. Chi ha il metabolismo lento, invece, brucia zuccheri e grassi più lentamente del normale, ha quindi qualche chilo di troppo, una certa tendenza al gonfiore, può avvertire sensazione di spossatezza nell'arco della giornata e presenta un ritmo cardiaco e respiratorio lento.

Ridurre troppo le calorie non serve

Spesso, quando ci si accorge che pur mangiando poco non si dimagrisce, si diminuiscono ulteriormente le calorie. Questa soluzione oltre a non essere sana non è nemmeno utile. Quando il corpo umano riceve poco cibo, infatti, reagisce come quello degli animali che vanno in letargo: rallenta i processi fisiologici e diminuisce i consumi calorici attraverso il rallentamento del metabolismo. Il che si verifica proprio quando si seguono diete drastiche, che forniscono 700-800 calorie al giorno e che finiscono per provocare un rallentamento metabolico anche del 20%. Ecco perché eccessive restrizioni caloriche producono l'effetto opposto a quello che si vuole ottenere: si tende a ingrassare più facilmente. Per rendere attivo ed efficiente il metabolismo è anche importante il numero dei pasti consumati nella giornata: più questo è alto, maggiore è l'effetto acceleratore. E' stato osservato infatti che le calorie quotidiane divise in 4 o 5 pasti, anziché in 2 o 3, provocano un aumento del livello di combustione calorica e quindi di consumo di energia.

Cibi si e cibi no

Per favorire l'attività di un metabolismo rallentato bisogna introdurre nell'organismo i cibi che possono facilitare lo svolgimento di queste reazioni chimiche, evitando quelli che invece lo ostacolano; positivi sono alcuni alimenti proteici come: carne, pesce, uova, alcuni tipi di frutta e verdura (non tutte),etc. Sulle restanti regole, non meno importanti, molto spazio è dedicato nel sito.

INTOLLERANZE ALIMENTARI

Vedi l'articolo dedicato nel sito.

IDRATAZIONE

Bevi più acqua, l'acqua è il lubrificante per il corpo. Porta via anche le tossine e quindi libera il fegato lasciandogli più tempo per metabolizzare le riserve di grassi.

DEPURAZIONE

E' molto importante valutare il grado di intossicazione del corpo, e determinare quali sono le più importanti, tipo: medicinali, vaccini, ormonali, stress e molto altro, soprattutto i cibi che risultano intolleranti creano intossicazione, gonfiore e anche disturbi di vario genere.

ESERCIZIO FISICO

Aumenta la tua massa magra, con l'aumentare dell'età il metabolismo cambia, come pure la capacità di bruciare calorie. Un modo per superare questo problema è quello di fare sport. I muscoli bruciano calorie e quindi più ne hai più calorie bruci, anche stando fermo. Il muscolo, infatti, è un tessuto vivo, in continuo rinnovamento e con richieste metaboliche nettamente superiori rispetto al tessuto adiposo (quasi dieci volte). Puoi aumentare i muscoli con esercizi di tonificazione ed esercizi aerobici (corsa, nuoto, step, ballo, etc.) l'importante è fare qualche cosa di piacevole.

GRUPPO SANGUIGNO

Del tema trovi tutto ciò che serve in più articoli nel sito e con essi puoi già vedere quali sono i cibi migliori per te.

BENESSERE PSICOLOGICO/EMOTIVO

Vedi nel sito gli articoli intitolati: “Qual è il tuo profilo”, “Psicosomatica”, “Che cos'è l'emozione”.

Cellulite: che fare?

La cellulite è un inestetismo complesso, che ha tra le sue cause principali il rallentamento della circolazione venosa e linfatica. I rimedi più efficaci sono innanzitutto uno stile di vita corretto, la pratica costante di un'attività fisica che stimoli la circolazione del sangue negli arti inferiori, cure estetiche personalizzate. Ma anche un'alimentazione mirata può fare molto.
Innanzitutto con un regime ipocalorico si possono eliminare eventuali chili di troppo, che ostacolano la corretta circolazione. Privilegiando cibi proteici (carne, pesce, legumi) si rafforzano i muscoli, che con la loro pressione sulle vene facilitano la risalita dei liquidi verso l'alto. Infine, riducendo le quantità di sale e introducendo abbondanti porzioni di frutta e verdura (in particolare agrumi, peperoni, mirtilli e ananas) si contrasta la ritenzione idrica, si rafforzano le pareti di vene e capillari e si depurano i tessuti intossicati.

La verità su questo grasso difficile da trattare

Moltissime donne (gli uomini no!) finiscono con avere un po' di cellulite, spiega Diane Gerber, chirurgo plastico di Chicago. Perché le donne sono portatrici di questo odioso fardello? “Le donne hanno la tendenza a ingrassare su cosce e fianchi in parte a causa della loro costituzione ormonale.” L'altro fattore importante, spiega Gerber, è il modo in cui l'organismo femminile accumula il grasso: “I cuscinetti sono causati dalla presenza di strutture fibrose che ancorano la cute ai tessuti sottostanti”... “Queste strutture fibrose connettono dunque la pelle alle strutture più profonde, e fra questi strati va a depositarsi il grasso. Via via che le cellule adipose si accumulano, esse spingono contro la pelle, creando delle protuberanze fra una struttura fibrosa e l'altra.” L'effetto è quello di un divano troppo imbottito fra un bottone e l'altro. Proprio come altri problemi collegati al grasso, un po' di cellulite (ma non tutta) può essere eliminata mettendosi a dieta e facendo ginnastica. L'esercizio fisico deve essere di tipo aerobico, jogging, nuoto, bicicletta, passeggiate a passo spedito. Però, per bruciare davvero il grasso, l'esercizio deve protrarsi per più di venti minuti. E' vero che non è possibile trasformare il grasso in muscolo, tuttavia se le vostre masse muscolari saranno ben sode e toniche, potranno contribuire a rendere la pelle più liscia e a ridurre gli inestetismi. L'altra parte importante è seguire la dieta mangiando più frutta, verdure e pesce, riducendo al tempo stesso la carne, i latticini e il burro, che contengono grassi saturi.

Anche il cibo è frequenza

Tutto questo lo puoi ottenere con un test quantistico con Gioia Bertha”, preparandoti alla primavera in bellezza e benessere psicofisico:

    • Il test ti permette di conoscere come funziona il tuo metabolismo (età metabolica);
    • puoi conoscere a che cosa sei intollerante;
    • verificare se il tuo organismo ha bisogno di una depurazione;
    • il tuo stato emozionale, verificando il grado di stress o ansia, disagi, conflitti;
    • se il tuo corpo è idratato o disidratato;
    • valutare il tuo sistema linfatico come funziona;
    • verificare i minerali o vitamine mancanti o in eccesso;
    • e trovare la dieta giusta e personalizzata per te.

Prenota il tuo appuntamento con la forma e la bellezza.

Per maggiori informazioni e/o per prenotare il tuo check up quantistico, contattaci senza esitare. Saremo lieti di aiutarti.

Le informazione qui riportate hanno solo il fine di operare una informazione, non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici.

Operatore Luigina Bernardi

Bibliografia

Enciclopedia delle Donne - Il nostro corpo, la nostra mente di Denise Foley, Eileen Nechas e la redazione di Prevention Magazine – ed. Universale Economica Feltrinelli, pag.103/104.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Ansia e stress e i conflitti

Dimagrire per sempre? Il successo è nella lentezza

Lo stress ha un ruolo fondamentale nell'aumento del peso

Approfondimenti sulle soluzioni consigliate nell’articolo