HORNBEAM: per chi si sente troppo stanco per svolgere i propri compiti

  • Stampa

Per chi sente di non avere abbastanza forza mentale e fisica per sopportare il peso della vita.

Sintomi chiave: tendenza alla stanchezza. Non si ha il tempo per se stessi.

Problemi fisici frequenti: insonnia, cuore stanco, mal di testa, debolezza, assenza del desiderio sessuale.

 

Il rimedio floreale

Utile in caso di stress e per studenti, scrittori e manager costretti a eccessivo lavoro mentale.

Come posso sapere di aver bisogno di Hornbeam?

La persona che ha bisogno di Hornbeam, soffre di una stanchezza dovuta più alla noia, che al lavoro vero e proprio. Infatti la stanchezza scompare non appena trova qualcosa che la interessa o si butta nelle quotidiane attività. Teme di non farcela, ma poi ce la fa sempre. Serve quando l’esaurimento è prevalentemente cerebrale o quando la noia ha ucciso l’entusiasmo; la stanchezza è infatti più psicologica che fisica, in quanto dovuta al ripetersi della stessa routine. Ha la testa pesante, a volte si sente mentalmente sovraccarica; prevale la sensazione di inerzia.

Caratteristiche principali

Stanchezza psicosomatica.

Come può aiutarci

Aiuta a riacquistare una mente fresca e chiara e dà la sicurezza di potercela fare, anche se il compito appare superiore alle proprie forze.

Bambini

Può essere utile per coloro che non vogliono andare a scuola, perchè hanno paura di non capire la lezione o si annoiano, perché non trovano le materie interessanti.

Suggerimenti

Fare qualcosa di diverso per uscire dalla routine. Cambiare spesso lavoro o attività. Seguire spontaneamente le idee inaspettate.

La descrizione del dr. Bach

“Per coloro che, sia mentalmente che fisicamente, non si sentono abbastanza forti, da sopportare il peso della propria vita. Le attività quotidiane sembrano loro troppo pesanti, benché generalmente essi riescano a compiere il proprio dovere. Per chi crede che qualche parte della propria mente o del proprio corpo debba essere rinforzata, così da poter facilmente portare a termine il proprio lavoro.” (tratto da I Dodici Guaritori e altri rimedi)

Bibliografia:

1)Tratto da: Il corso pratico delle cure naturali 2° volume – 2010 – Edizioni Riza;
2)Sito web www.fisicaquantistica.it