CLEMATIS: per chi è spesso assente e sogna ad occhi aperti

Per chi sogna ad occhi aperti, è assonnato, non completamente sveglio e senza grandi stimoli.

Sintomi chiave: tendenza a sognare a occhi aperti e a fuggire nella fantasia. Dimostra poco interesse per ciò che lo circonda.

Problemi fisici frequenti: ipotensione, stanchezza, psoriasi, anoressia, bulimia, depressione.

 

Il rimedio floreale

Aiuta a riconoscere e sviluppare la propria creatività; favorisce la chiarezza mentale e la realizzazione personale; permette di dare alla realtà la giusta importanza e di sviluppare il senso di praticità; indicato per i bambini sognatori, sensibili e poco portati ai giochi di gruppo. E' utile anche per gli adolescenti idealisti e per le ragazzine che sognano il principe azzurro.

Come posso sapere di aver bisogno di Clematis?

La persona che ha bisogno di Clematis, è sempre assorta nei suoi pensieri, tende ad essere confusa e ad avere poca memoria per i dettagli. Necessita di molto sonno, è disattenta, distratta e sogna ad occhi aperti. Spesso è priva di vitalità, ha mani e piedi freddi e può soffrire di disturbi visivi o auditivi.

Caratteristiche principali

Sognare ad occhi aperti, fantasie, incoscienza, distrazione, poco interesse per il presente.

Come può aiutarci

Aiuta a dominare i propri pensieri ed a partecipare al mondo circostante, in modo vivo ed interessato. Motiva a diventare creativi nella realtà fisica, per es. come scrittore, attore, grafico, ecc. Aiuta anche nei casi in cui si è soggetti a svenimento o confusione mentale.

Bambini

E' indicato per quelli privi di interesse per ciò che accade intorno a loro. Se li incontrate per la strada vi guardano fissamente, con uno sguardo lontano sognante, senza neanche riconoscervi.

Suggerimenti

Hobby creativi, per es. dipingere, modellare la creta, ecc.

La descrizione del dr. Bach

“Coloro che sono sognatori, non completamente svegli, assonnati e senza grande interesse per la vita. Persone silenziose, non realmente felici della propria situazione attuale, esse vivono più nel futuro che nel presente, nella speranza di tempi più felici, in cui i loro ideali potranno realizzarsi. Quando si ammalano, in genere, non fanno grandi sforzi per rimettersi in salute e, talvolta, arrivano persino a desiderare la morte, nella speranza di tempi migliori o forse per ritrovare una persona amata che hanno perso.” (tratto da I Dodici Guaritori e altri rimedi)

Bibliografia:

1)Tratto da: Il corso pratico delle cure naturali 2° volume – 2010 – Edizioni Riza;
2)Sito web www.fisicaquantistica.it

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

Informazioni aggiuntive