Vai a benzina, a diesel o GPL...

pompa gasolioIl cibo che mangiamo è come il carburante, fornisce al nostro corpo l'energia di cui ha bisogno per funzionare perfettamente. Ma, se non ti accerti che il carburante sia quello giusto per il tuo organismo, sia in termini di qualità e quantità, non puoi sentirti veramente bene.

Tutti abbiamo nel nostro corpo fino a cento milioni di miliardi di cellule, ciascuna delle quali esige un rifornimento costante di alimenti quotidiani per funzionare nel migliore dei modi. Il cibo interessa tutti gli aspetti del nostro essere: l'umore, i livelli di energia, il desiderio intenso di certi cibi, la capacità di pensare, gli impulsi sessuali, il sonno e la salute in generale. In breve, mangiare in modo sano è la “Chiave del benessere”.

LA MIA STORIA COME ESEMPIO

La mia esperienza sull'alimentazione nasce circa otto anni fa quando decido di sottopormi per la prima volta al test alimentare. Da esso scopro, con mio grande stupore, di essere intollerante a quasi tutti gli alimenti che sino ad allora preferivo e di cui mi cibavo maggiormente. L'impatto con la dieta da seguire fu difficile, non riuscivo a provare interesse per l'introduzione dei tanti e nuovi alimenti prescritti per correggere la dipendenza che attanagliava la mia salute. Questa ultima, poiché si nutriva di alimenti di per sé errati, come il troppo grano, il glutine ed il pane, ed erroneamente combinati tra loro, stentava a rimettersi nella giusta carreggiata e ad assicurarmi un po' di sollievo, anche psichico.

Tuttavia, alla fine, la mia curiosità vinse e decisi di impegnarmi a modificare convintamente la mia alimentazione seppur con grande difficoltà, anche perché desideravo veramente cambiare in meglio la mia forma, sperimentare i cambiamenti nella mia silhouette. La sorpresa, incredula ed inaspettata, fu tanta perché nel giro di pochi giorni il mio livello di energia crebbe enormemente, ma anche la pesantezza che da tempo condivideva lo stesso luogo, come una inquilina indesiderata, si stava alleggerendo, insomma la sensazione di leggerezza si stava impadronendo della mia …..vita. Ma la prova più importante doveva ancora presentarsi per la mia salute! La mia seria volontà doveva ancora essere messa veramente in discussione e pronta per essere corrotta.

Quattro anni or sono, per motivi di lavoro, l'attività che svolgevo con i miei soci ci porta ad essere lontani da casa nelle pause pranzo e qualche volta anche in quelle serali perciò non potevo proseguire una alimentazione sana e controllata. Il ripiego che trovammo fu quello di servirsi dei ristoranti e dei menù a prezzo fisso con tutte le conseguenze del caso che ne potevano derivare. Mai scelta fu più deleteria per la nostra e soprattutto per la mia salute! Ebbero inizio i veri problemi e i disastri fisici. Le buone abitudini alimentari precedenti cambiarono drasticamente in un batti baleno e tra un primo e un secondo i chili del mio peso forma aumentavano di giorno in giorno.

Risultato, dopo un anno di queste cattive abitudini il mio peso crebbe di 10 Kg....Disastroso!! C'è da dire che in tutta la mia vita non ho mai avuto problemi seri con il peso, ma ciò che in realtà mi disturbava moltissimo era che questo mi sgomentava soprattutto psicologicamente, destabilizzava la mia sicurezza che avevo nei confronti degli altri, il mio stare bene con me stessa e qualche volta anche quando entravo in un negozio di abbigliamento..... e dover uscire senza niente. La sensazione di tutto ciò mi lasciava sgradevolezza e della causa del fallimento ero consapevole che ero stata solo ed esclusivamente IO. Soltanto io!

Dobbiamo comprendere che le scelte che noi compiamo su noi stessi sono prima di tutto causa di noi stessi... e così è anche per ciò che decidiamo di nutrirci e quanto.

IL CAMBIAMENTO

E' a questo punto che mi rendo conto che devo assolutamente riportare il mio corpo al suo perfetto riequilibrio. Da questo momento inizio a studiare l'alimentazione, il metabolismo, gli alimenti, i cibi migliori secondo i vari gruppi sanguinei e ad individuare qual è il carburante migliore per me stessa. Sapevo, dunque, che ritornando al mio equilibrio alimentare precedente sarei anche rinvigorita nel mio peso forma così come avrei beneficiato del benessere psicologico che avevo imparato ormai a godere. E cosi fu, grazie soprattutto alla mia forza di volontà. Tanto che l'anno successivo ritrovai il mio peso originario perdendo i 10 Kg che avevo acquistato.

La svolta decisiva e grandiosa si materializzò senza intraprendere diete dimagranti, diete impossibili, basate sul centellinare le calorie o sul bilanciare il peso degli alimenti, ma imparando ad associare e a combinare correttamente i cibi pur non eliminandone alcuno. A distanza di quattro anni, da quando cioè ho intrapreso la mia passione che nel contempo è diventata anche la mia professione come operatrice quantistica, mediante lo strumento della SCIO, da me battezzata Gioia Bertha (da cui il sito web dedicato), sto ottenendo sorprendenti risultati sulle persone che come me hanno avuto ed hanno dei problemi legati alla alimentazione errata, eccessiva, superiore al bisogno. La ricerca cui ho condotto e sto conducendo ormai da anni mi ha confermato anche la risposta secondo cui il miglioramento della alimentazione e della corretta combinazione dei cibi ha portato le persone anche ad un benessere psicofisico, inducendo in molti casi un miglioramento e una guarigione di disturbi e disagi legati  ad esempio al mal di testa, all'asma, problemi di pelle, umore, stress, bruciori di stomaco, gonfiori e tanto altro.

Dunque, questo mi porta a concludere che: con il cibo si può guarire. Con tale introduzione, il mio intento è quello di guidarvi in questo meraviglioso mondo dell'alimentazione, per farvi scoprire il funzionamento dell'apparato digestivo e non solo, il suo comportamento, durante l'assunzione dei diversi cibi (cereali/proteine), cosa succede e perché succede durante una cattiva associazione alimentare. Periodicamente potrete accedere ad una guida, di volta in volta aggiornata ed arricchita delle novità, che metterò a disposizione per gli utenti che vorranno consultare le problematiche della salute legate alla alimentazione errata e quali gli aiuti per porvi rimedio. Ricordandovi che per ottenere un buon risultato in questo campo, la prima cosa da farsi per eliminare le intolleranze alimentari è farsi un test per conoscerle, in quanto nessun beneficio e miglioramento potrà derivarne. Inoltre, tenete presente che il carburante adatto a me può non essere adatto a Voi e dunque anche questo deve essere vagliato attraverso il test alimentare quantistico con Gioa Bertha.

CONOSCERE PER COMPRENDERE

Per una corretta conoscenza e comprensione delle tematiche consiglio la lettura dei seguenti articoli secondo l'ordine qui sotto evidenziato:

Per maggiori informazioni e/o per prenotare il tuo check up quantistico, contattaci senza esitare. Saremo lieti di aiutarti.

Le informazione qui riportate hanno solo il fine di operare una informazione, non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici.

Operatore Luigina Bernardi

Altri articoli che potrebbero interessarti

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

Informazioni aggiuntive