Quinto Chakra

Quinto chakra: il potere del suono

“L'essere umano deve imparare a servirsi del suono se vuol partecipare all'opera divina. Il saggio, qualunque sia la religione a cui appartiene, deve essere simile al sacerdote “giusto di voce” dell'Egitto o al cantatore dell'India, o all'eroe solare delle mitologie, il grande Ermete l cui magico canto attirava le fiere ebbre di gioia.”  Tratto da "Le rythme, créateur de forces et de formes" di Anne Osmont

“Il processo di espressione che associamo al quinto chakra può essere rappresentato dalla comunicazione e dalla discussione. Può anche rappresentare l'espressione di ciò che è vero per la persona interessata, o di ciò che ha dentro. In questo senso può anche essere riferito a varie forme di espressione, come la danza, la musica, la pittura o qualsiasi altra attività che abbia l'obbiettivo primario di far emergere qualcosa che è dentro e che viene svolto per se stesso con la volontà di esprimere qualcosa.”  Tratto da "Guarire"  di Martin Brofman

Il quinto chakra, è il centro della capacità umana di esprimersi, comunicare ed ispirarsi. Rappresenta il centro della creatività intesa in senso sottile, ed è anche correlato con i nostri sentimenti. E’ lo scambio, dare per ricevere. Possiamo esprimere soltanto ciò che abbiamo in noi stessi, e una delle finalità del quinto chakra, è proprio quella di consentirci un certo spazio interiore, che ci permetta di riflettere sui nostri pensieri e comportamenti. Quando sviluppiamo il chakra della gola, i nostri pensieri non sono più dominati interamente dalle emozioni e dalle sensazioni fisiche, il che renderà possibile una conoscenza più oggettiva della realtà. Le parti del corpo od organi connessi al quinto chakra sono: la tiroide, il collo, la gola, la mascella, le orecchie, le paratiroidi, la trachea, i bronchi, l’esofago e le braccia. Connesso a questo chakra è anche lo sviluppo dello scheletro. Le patologie fisiche ad esso correlate, fanno riferimento alle malattie organiche o funzionali, relative agli organi che governa. Il timbro ed il tono della voce, sono manifestazioni delle energie del quinto chakra: tanto più la voce è armonica, piena, rotonda, tanto più questo centro sarà in equilibrio. Le patologie di tipo psichico, che fanno riferimento a questo chakra, sono tutte riferite alla capacità di comunicare, non solo verso l’esterno, ma anche verso la propria interiorità. E’ tramite questo chakra che si realizza la comunicazione tra mente e corpo, perciò le cosiddette malattie psicosomatiche possono anche essere riferite, in varia misura, alla disfunzione di questo chakra.

Nome sanscrito

Vishudda, vuol dire purificazione. Questo importante centro energetico chiamato comunemente il chakra della gola comprende la zona della nuca, del collo e le spalle. Fa accedere la Kundalini, che nei primi chakra è circoscritta dai limiti sensoriali, ai centri superiori attraverso il controllo dell'energia sottile del suono il piano mentale si manifesta e diventa mezzo di comunicazione nella dimensione materiale. Le parole chiave del quinto chakra sono: comunicazione, ascolto, verità, preghiera, musica, espressività, creatività, leadership, politica.

Elemento

Akasha, etere. Akasha è una parola sanscrita che vuol dire spazio, etere e cielo. Rappresenta una energia cosmica sottile, onnipervadente che comprende tutta la manifestazione universale. Secondo la teosofia l'akasha disegna una sorta di coscienza trascendente all'interno della quale si trovano impressi tutti gli eventi cosmici e storici del passato e del futuro. L'orientalista Julius Evola lo considera uno spazio vivo, una sostanza, energia, sostanzialmente psichica, che tutto pervade, distribuita in tutto lo spazio. Al piano Akashico possono accedere, secondo lo yoga, solo gli illuminati e quelli che hanno aperto il terzo occhio. L'occultista Sinnett considera la telepatia un contatto diretto con il piano akashico, dimensione in cui non esistono problemi di velocità perché tutto è ed avviene contemporaneamente in tutto lo spazio, nell'akasha si annullano le differenze spazio temporali. L'etere è lo spazio infinito in cui operano gli altri quatto elementi, la non consapevolezza di questo elemento invisibile porta alla limitazione della percezione. L'individuo accetta solo quello che sperimenta sensorialmente e cade nel dogma “credo a quello che vedo”. Molti scienziati e ricercatori indipendenti della verità trarrebbero grandi benefici realizzando l'importanza dell'energia sottile akasha.

Funzioni

“Un cane non è considerato un buon cane perché sa abbaiare bene, un uomo non è considerato un uomo buono perché sa parlare bene.”   Chang Tzu

Tradizionalmente il quinto chakra corrisponde al mondo e al suo potere creativo. E fa quello che è la parola, in quanto logos, suggerisce: crea e ordina, introduce il nuovo mentre cristallizza l'intero spettro dei nostri poteri e delle nostre capacità. Quando Visuddha è aperto l'individuo tende naturalmente alla sincerità e a dire la verità; questo è il centro della purificazione, dove si possono fermare le tossine che altrimenti andrebbero liberamente in circolazione nell'organismo: Le ghiandole collegate sono la tiroide e la paratiroide insieme controllano il metabolismo, il calore del corpo, la crescita e lo sviluppo; metabolizzano anche il calcio e il fosforo. L'ipotiroidismo (carenza) rallenta tutte le funzioni naturali del corpo e causa obesità, pressione bassa, costipazione; l'ipertiroidismo (eccesso) accelera tutte le funzioni e causa nervosismo, fame continua, occhi sporgenti e gozzo. L'ascolto e la comunicazione sonora sono le due principali funzioni di questo chakra.

Disfunzioni

Mal di gola, ingrossamento ghiandolare, malattie da raffreddamento, problemi alla tiroide.

Amore

Le canzoni d'amore. Il quinto chakra ha sempre trasmesso attraverso canzoni e poesie le emozioni umane del quarto chakra.

Lavoro

Espressione, responsabilità, comunicazione, verità.

Età

L'energia sonora di questo chakra è particolarmente attiva nell'età che va dai quindici ai vent'anni. L'individuo sente di poter esprimere liberamente le proprie opinioni, comincia a parlare con una certa determinazione e affina i suoi talenti per entrare con un'identità autonoma nella collettività. E' il periodo della progettazione, si analizzano idee, ipotesi e possibilità, la mente vive intensamente il presente ma è proiettata nel futuro. E' l'età dell'ottimismo, della facilità, si sogna volentieri ad occhi aperti. Questi sono gli anni in cui i giovani amano con devozione quasi religiosa la musica e i messaggi espressi tramite le canzoni.

Colore:

Blu

Senso:

Udito

Suono:

Il mantra è Ham. La nota musicale è SOL

Segni dello zodiaco:

Gemelli, Toro, Acquario.

Metallo:

Platino

Pietre:

Lapislazzuli, acquamarina, turchese, zaffiro

Aromi:

Eucalipto, salvia, patchouli, muschio bianco

Animali simbolo:

Elefante

Lato oscuro: la menzogna

Mentire, dire bugie è una brutta abitudine che fa male a chi ascolta e più male a chi parla. Dice l'antica filosofia indiana: la malattia è una bugia che diciamo a noi stessi. Chi dice bugie separa il corpo dalla mente e di conseguenza abbassa il suo sistema immunitario e si fa sicuramente del male. Chi parla in modo chiaro, trasparente e veritiero fa scorrere l'energia vitale verso i chakra superiori e gode un'ottima salute fisica e mentale.

 

Bibliografia:
  1. Giorgio Cerquetti, settembre 2006, “Il potere dell'energia vitale. Chakra e Kundalini.”, L.S. Gruppo Editoriale, Citta di Castello (PG);
  2. Giorgio Cerquetti, 2000, “I Chakra. La conoscenza dei chakra, i vortici energetici che collegano corpo, mente e coscienza, e della Kundalini, l'energia che mantiene in vita gli esseri umani”, Gruppo Editoriale Futura Spa.
  3. Sito Web: www.fisica quantistica.it

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social con i tuoi amici