WHITE CHESTNUT: per chi è tormentato da certi pensieri e nn si riesce a rilassare

Per chi non può impedire alla propria mente di fare pensieri, ideee e argomentazioni indesiderati

Sintomi chiave: tendenza ad avere pensieri e immagini che si palesano continuamente alla mente; presenza di un dialogo interiore continuo e logorante.

Problemi fisici frequenti: singhiozzo, vampate, tic, disturbi sessuali, sudori freddi, paranoia.

  

Il rimedio floreale

Permette di dirigere il pensiero, di fare un buon uso della mente; aiuta a ritrovare il proprio equilibrio, favorisce la calma, la concentrazione, l'intutito e la creatività, facendo tacere i pensieri; per i bambini distratti e con ritardo scolastico a causa di pensieri spiacevoli.

Come posso sapere di aver bisogno di White Chestnut?

La persona che ha bisogno di White Chestnut, soffre per una grande attività mentale che non riesce a controllare; nella sua mente si accavallano pensieri e preoccupazioni continue. Ha la mente sovreccitata e i pensieri girano senza sosta .

Caratteristiche principali

Rimuginio mentale incontrollato, tormento interiore.

Come può aiutarci

Aiuta a ritrovare la pace mentale e la capacità di controllare i propri pensieri.

Bambini

Serve per quelli che dopo aver ricevuto un’osservazione si rabbuiano e restano tristi per diverse ore. Un bambino normale (ed anche l’adulto) dovrebbe vivere minuto per minuto, e non rimuginare su ciò che è passato e non c’è più.

Suggerimenti

Eliminare i pensieri indesiderati attraverso la visualizzazione, per esempio: sciogliendoli nell’acqua, bruciandoli nel fuoco, coprendoli di neve, facendoli trasportar via dal vento. Praticare esercizi di respirazione e di Yoga, che armonizzano il sistema energetico.

La descrizione del dr. Bach

“E’ per coloro che non possono impedire a pensieri, idee e argomentazioni indesiderate di vagare nella propria mente. Di solito ciò accade, nei momenti in cui l’interesse per il presente non è abbastanza forte, da tenere la mente occupata. Pensieri che preoccupano e non se ne vanno o anche se cacciati, per un momento, ritornano. È come se girassero in tondo senza mai fermarsi e sono causa di tortura mentale. La presenza di questi pensieri sgradevoli, non dà pace e impedisce di concentrarsi sul lavoro o sui piaceri quotidiani.” (tratto da I Dodici Guaritori e altri rimedi)

Bibliografia:

1)Tratto da: Il corso pratico delle cure naturali 2° volume – 2010 – Edizioni Riza;
2)Sito web www.fisicaquantistica.it

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social con i tuoi amici