Micoterapia: i funghi più importanti scientificamente provati per mantenersi in salute

I funghi medicinali sono conosciuti per le proprietà protettive e preventive che sviluppano nei confronti di alcune patologie. I funghi medicinali non svolgono la funzione dei comuni farmaci che si limitano a curare il sintomo ma normalizzano le funzioni organiche al fine di aiutare l'organismo a mantenersi in salute. Tutti i funghi sono ricchi di oligoelementi, vitamine e sostanze immunostimolanti in generale e ognuno di essi ha delle peculiarità. Scoprile in questo articolo.

Cos'è la Micoterapia

Per micoterapia si intende “terapia con i funghi medicinali, classificati come integratori alimentari secondo le disposizioni del Ministero della Salute (articolo 10 del decreto legislativo 21 maggio 2004 n. 169).

La scelta dei funghi si basa su un approccio olistico, grazie alla loro capacità “adattogena” supportano l’ organismo nel ripristinare l’ equilibrio e la regolazione di tutte le funzioni, migliorando lo stato di benessere generale. La micoterapia può essere considerata il trattamento di elezione per la prevenzione di molte patologie e svolgere inoltre un’azione coadiuvante nelle terapie farmacologiche per potenziare l’effetto di alcuni farmaci e ridurne gli effetti collaterali. Recenti studi hanno dimostrato che i funghi medicinali risultano essere molto efficaci nel miglioramento delle patologie croniche, immunitarie, degenerative.

I funghi vengono utilizzati dalla Medicina Tradizionale Cinese (MTC) da millenni sia nella Dietetica sia nella Farmacologia, al servizio di benessere e longevità grazie al loro ruolo essenziale nella detossicazione di fegato e reni: per questo sono presenti nell'alimentazione quotidiana. Sono considerati dei veri e propri nutraceutici ossia degli alimenti che hanno una azione benefica per la salute.

Proprietà terapeutiche dei funghi

Pur possedendo tutti delle proprità comuni, ogni fungo, a seconda della famiglia di appartenenza ha, in relazione alla sua composizione chimica, un'attività farmacologica diversa. Tutti i funghi quindi sono ricchi di oligoelenti, vitamine e sostanze immunostimolanti in generale ma ognuno di essi ha delle peculiarità. I loro effetti terapeutici sono veramente molti, ma quelli che riguardano maggiormente l’argomento sono essenzialmente gli effetti immunomodulanti/immunostimolanti. Questi effetti sono nettamente potenziati dall’assunzione della vitamina C ingerita insieme ai funghi, perché l’acido ascorbico aumenta l'assorbimento dei polisaccaridi (beta-glucani) ad azione immunostimolante contenuti nei funghi. I beta-glucani sono polisaccaridi caratterizzati da grandi molecole con molte e diversificate ramificazioni laterali e quindi dotati di innumerevoli effetti biologici. Ad esempio, i loro effetti immunomodulatori e immunostimolanti dipendono specificatamente dalle caratteristiche delle catene laterali e si esprimono sia attraverso l’attivazione dell’immunità innata aspecifica (basata sull’attivazione di neutrofili, macrofagi e linfociti NK), sia attraverso l’attivazione dell’immunità specifica anticorpale. Dato che queste risposte immunitarie non sono eccessive, la somministrazione dei funghi medicinali non è controindicata nelle patologie autoimmuni. Grazie ai numerosi principi attivi che contengono, i funghi svolgono anche funzioni antiossidanti, antinfiammatore, prebiotiche, depurative, antimicrobiche, antiallergiche, epatoprotettive, antidiabetiche, ipolipemizzanti (blocco dell’enzima HMG-CoA reduttasi), protettive del sistema cardiovascolare e antipertensive.

I funghi medicinali più importanti

Riportiamo qui sotto una lista dei funghi più importanti per le loro proprietà medicinali. Sono state identificate almeno 300 specie di funghi con proprietà terapeutiche comprovate, quelli più rappresentativi e studiati sono: 

  • Coprinus: il fungo anti glicemia, in quanto accumula nella sua struttura il raro minerale Vanadio e tale sostanza, resa disponibile attraverso il corpo fruttifero del fungo, lo rende un prezioso rimedio antidiabetico; 
  • Reischi: in estremo oriente viene chiamato “il fungo dell'immortalità “ per le sue straordinarie proprità terapeutiche a livello cardiopolmonare ed immunologico, e recenti studi scientifici hanno confermato la sua efficacia in situazioni cliniche comuni ma non di facile risoluzione quali l'artrite reumatoide e le patologie allergiche;
  • Cordyceps: il fungo della forza e dell'efficienza psico-fisica, cresce a 4000 metri di altezza sull'altopiano del Tibet ed è da sempre ricercatissimo per le sue proprità toniche che si manifestano per le sue straordinarie proprietà a livello muscolare, immunologico e sessuale. Molti dei successi degli atleti cinesi alle olimpiadi sono da attribuirsi al fatto che tradizionalmente viene fatta loro consumare una pozione a base di questo fungo prima delle gare. Questa sostanza non è assolutamente dopante;
  • Maitake: in Giappone è considerato il re dei funghi, indispensbile nella sindrome metabolica, sottoposto a molte ricerche che hanno evidenziato le proprietà antitumorali, anti ipertensive e l'efficacia nelle patologie metaboliche ed epatiche;
  • Auricularia: il fungo del cuore e della circolazione, aumentando la fluidità del sangue, l’Auricularia, così chiamato per la forma che ricorda il padiglione auricolare, viene indicato come fungo amico del cuore capace di proteggerlo dalle ostruzioni vasali. Inoltre si rivela utile anche in presenza di ansia e insonnia;
  • Shiitake: il fungo del benessere globale, in Oriente viene maggiormente impiegato per la prevenzione e la cura dell'ipertensione arteriosa, ipercolesteromia e come potente tonico di fegato e reni. E' usato da sempre nella medicina tradizionale Cinese per curare raffredore, morbillo, bronchite, affezioni virali quali herpes simplex di tipo 1, ma anche per allergie e candida;
  • Hericium: il fungo di protezione delle strutture nervose e delle mucose, è il fungo dell’apparato digerente e del sistema nervoso. L’Hericium, anche noto come “criniera del leone”, è un potente rigenerante dei nervi e agisce sul sistema gastroenterico, sul quale ha effetti antinfiammatori.

Nella scelta dei Funghi è molto importante sapere come e dove vengono coltivati, le metodologie di controllo, raccolta, essicazione, lavorazione e produzione. E' meglio rivolgersi ad aziende che li producono in Europa dove i controlli e le coltivazioni biologiche garantiscono la massima purezza da sostanze contaminanti.

L'aiuto energetico

Forse non ne hai mai sentito parlare, ma da quasi 20 anni esiste un Check up quantistico energetico che oltre a fare un'analisi energetica generale sullo stato di salute, individua se si è in carenza di vitamine o minerali, se sono presenti disturbi di malassorbimento, intolleranze alimentari come al glutine o al lattosio, e molto altro. Una volta individuate le cause ed eventuali carenze,vengono testati anche i rimedi naturali che rispondono meglio.

Scopri come funziona la biorisonanza e il riequilibrio energetico.

Bibliografia e fonti
  • Guarire con i 12 funghi Medicinali – Ivo Bianchi, Valentina Piva – Ed. Mos Maiorum
Altri articoli che possono interessarti

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui social con i tuoi amici